Logo Associazione Mozaik

                          

Statuto

 

Associazione Culturale senza scopo di lucro

STATUTO 

ARTICOLO 1 – COSTITUZIONE

E’ costituita l' Associazione Culturale MoZaiK con sede legale in Venezia-Mestre, Via Daniele di Chinazzo 16.

ARTICOLO 2 - PRINCIPI E SCOPI DELL'ASSOCIAZIONE

L'Associazione si ispira ai principi universali della fratellanza e ad una visione del mondo ugualitaria, al di là di ogni differenza razziale, politica e religiosa. Si prefigge lo scopo di promuovere e condividere la conoscenza di altre culture e tradizioni, nonché dei patrimoni storici, artistici e ambientali attraverso scambi culturali, artistici e sociali. L’Associazione potrà dare la sua collaborazione ad altri Enti per lo sviluppo di iniziative che si inquadrino nei suoi fini, ma dovrà mantenere sempre la più completa indipendenza nei confronti degli organi di governo, aziende pubbliche e private e organizzazioni sindacali.

ARTICOLO 3 - CARATTERISTICHE DELL'ASSOCIAZIONE

L'Associazione è autonoma e amministrativamente indipendente.
E' diretta democraticamente attraverso i suoi organi.
Ad essa è fatto divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione. La quota o il contributo associativo sono intrasmissibili.

ARTICOLO 4 - I SOCI DELL'ASSOCIAZIONE

Sono Soci dell’Associazione persone fisiche e giuridiche, la cui domanda di ammissione verrà accettata dal Consiglio Direttivo. La domanda di ammissione deve recare la dichiarazione di condividere le finalità che l’Associazione si propone e l’impegno ad approvarne e osservarne lo Statuto. Tutti i Soci hanno uguali diritti e doveri nei confronti dell’Associazione e sono tenuti a versare una quota annuale di adesione, il cui importo è fissato dal Consiglio Direttivo dell’Associazione, entro il 30 novembre di ogni anno.

I Soci si impegnano ad osservare il presente statuto, collaborare all’Associazione per la realizzazione dei suoi fini istituzionali e a fornire le notizie sulla propria attività richieste ai fini dell’adesione.
La qualità di Socio non è trasferibile ad alcun titolo.
Il Socio e l'Associazione possono esercitare il recesso in qualunque momento con un preavviso di tre mesi prima dello scadere della quota annuale, tramite lettera raccomandata A/R. Inoltre la qualifica di Socio si perde nei casi di: decesso, mancato pagamento della quota sociale entro il termine stabilito, dimissioni (da presentarsi per iscritto al Consiglio Direttivo tramite lettera raccomandata A/R) o espulsione. In caso di espulsione, comunicata tramite lettera raccomandata A/R, al Socio espulso sarà comunque garantito il diritto di opposizione, da esercitare in sede di Consiglio Direttivo entro 15 giorni dalla notifica della raccomandata di cui sopra.

ARTICOLO 5 - ORGANI DELL'ASSOCIAZIONE

Gli organi dell'Associazione sono: - l'Assemblea generale dei Soci;
- il Consiglio Direttivo;
- il Presidente;

- il Vicepresidente

ARTICOLO 6 - L'ASSEMBLEA

L'Assemblea è costituita da tutti i Soci ed è il massimo organo deliberativo dell'Associazione. Essa consta di persone fisiche ed una rappresentanza delle persone giuridiche.
Le deliberazioni dell'Assemblea, adottate in conformità al presente Statuto ed a maggioranza di voti, sono obbligatorie per tutti i Soci anche se assenti o dissenzienti.

L'Assemblea può essere aperta a personalità della cultura e dell'arte ed ai rappresentanti di istituzioni ed enti.
Gli invitati non hanno diritto di voto.

L'Assemblea:
- approva il bilancio preventivo e consuntivo ed il rendiconto patrimoniale;
- approva il programma annuale e pluriennale di iniziative e di attività;
- approva investimenti ed anche eventuali interventi straordinari;
- in occasione del rendiconto consuntivo ratifica, anche implicitamente, o modifica l'ammontare della quota associativa relativa all'anno precedente;
- elegge gli organi statutari;
- apporta le modifiche allo Statuto ed agli eventuali regolamenti.
L'Assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è regolarmente costituita con la presenza della metà più uno dei Soci. E' ammesso il voto per rappresentanza da conferirsi per iscritto solo ad altro Socio, ma ognuno non può rappresentare più di tre Soci.
In seconda convocazione, l'Assemblea è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli intervenuti e delibera validamente a maggioranza semplice dei Soci presenti e rappresentati. L'Assemblea è convocata dal Consiglio Direttivo in via ordinaria almeno una volta all'anno. Potrà essere convocata in via straordinaria quando il Consiglio Direttivo lo ritenga opportuno o su richiesta di almeno un quinto dei Soci o espressa all’unanimità. In questi casi, l'Assemblea dovrà essere convocata entro 30 giorni dalla data di richiesta.
L'annuncio della convocazione dell'Assemblea dovrà essere fatto almeno 10 giorni prima della medesima mediante comunicazione personale, cartacea o telematica. L'annuncio di convocazione dovrà contenere il giorno, il luogo, l'ora, nonché gli argomenti all'ordine del giorno.
L'Assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è presieduta da un Presidente nominato dall'Assemblea stessa. Le deliberazioni adottate dovranno essere riportate su apposito libro dei verbali.
La votazione sugli argomenti all'ordine del giorno può avvenire per alzata di mano oppure a scrutinio segreto quando si tratti di votazioni riguardanti persone o ne sia fatta richiesta da un terzo dei presenti.
L'Assemblea per il rinnovo degli organi:
- stabilisce il numero dei componenti il Consiglio Direttivo, composto di norma da un minimo di tre ad un massimo di sei elementi;
- elegge il comitato elettorale per adempiere alle operazioni di voto;
- approva il regolamento per le elezioni.
Il Presidente dell'Assemblea comunica agli eletti i risultati delle elezioni e convoca entro quindici giorni il Consiglio Direttivo per l'elezione del Presidente e la distribuzione delle cariche.
La prima riunione del Consiglio Direttivo è presieduta dal consigliere che ha ottenuto il maggior numero di voti.

ARTICOLO 7 - IL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo è composto da 6 (sei) Soci. Il Consiglio Direttivo precisa e fissa le responsabilità e i ruoli dei consiglieri in ordine all'attività svolta dall'Associazione e individua tra essi il Segretario/Tesoriere. Il Consiglio Direttivo può riunirsi ed assumere decisioni riguardanti l’attività dell’Associazione in presenza di almeno 3 (tre) Soci.

Il Consiglio Direttivo può avvalersi di commissioni di lavoro da esso nominate e di cittadini non Soci in grado, per competenze specifiche, di contribuire alla realizzazione di programmi.
Il Consiglio Direttivo dura in carica tre anni. Nel caso venisse a mancare un componente, gli subentra il primo dei non eletti.

Il consigliere che, salvo cause di forza maggiore, non interviene a tre riunioni consecutive del Consiglio Direttivo è dichiarato decaduto dall'incarico.
Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente in via ordinaria ogni qualvolta sia necessario ed in via straordinaria, su richiesta di almeno un terzo dei suoi componenti; in entrambi i casi il Consiglio deve essere convocato non oltre quindici giorni dalla data di richiesta.

ARTICOLO 8 - IL PRESIDENTE

Il Presidente:
- rappresenta l'Associazione nei rapporti esterni, personalmente o a mezzo dei suoi delegati;
- convoca e presiede il Consiglio Direttivo curando l'attuazione delle delibere;
- promuove le iniziative più opportune per il potenziamento dell'Associazione.
Il Presidente ha la rappresentanza e la firma sociale su tutti gli atti amministrativi e non, con facoltà di nominare avvocati, consulenti e arbitri.
In caso di parità di voti, il voto del Presidente è decisivo ad eccezione delle elezioni per il rinnovo delle cariche.
In caso di impedimento o prolungata assenza del Presidente, il Vice Presidente o, in subordine, un delegato del Presidente stesso scelto tra i Consiglieri, lo sostituiscono nei suoi compiti.
Il Presidente dura in carica tre anni, tanto quanto il Consiglio Direttivo.
Il Presidente uscente è tenuto a dare regolari consegne al nuovo Presidente entro venti giorni dalla nuova elezione. In caso di revoca del mandato del Presidente o di sua impossibilità a proseguire nel proprio ruolo, il Consiglio Direttivo convocherà l’elezione del nuovo Presidente entro 30 giorni.

Tali consegne devono risultare da apposito verbale che deve essere portato alla prima riunione del nuovo Consiglio Direttivo.

ARTICOLO 9 – IL VICE PRESIDENTE

Il Vicepresidente può assumere le funzioni del Presidente in caso di suo temporaneo impedimento, di prolungata assenza e di sua revoca deliberata dall’Assemblea. In qualsiasi momento, inoltre, al Vicepresidente il Presidente può delegare tutte le funzioni che egli riterrà opportune. Il Vicepresidente dura in carica tre anni, come il Presidente e il Consiglio Direttivo. In caso di revoca del mandato del Presidente o di sua impossibilità a proseguire nel proprio ruolo, il Vicepresidente/Consiglio Direttivo convocheranno l’Assemblea dei soci per l’elezione del nuovo Presidente entro 30 giorni.

ARTICOLO 10 - COMMISSIONI, GRUPPI DI INTERESSE ED ALTRI ORGANISMI

L'Associazione, per particolari esigenze di funzionalità, può operare per commissioni, gruppi di interesse ed altri organismi ritenuti funzionali.
In questo caso è demandata al Consiglio Direttivo la nomina degli incaricati, dei coordinatori e di quant'altro sia necessario.

ARTICOLO 11 - GRATUITA' DEGLI INCARICHI

I componenti il Consiglio Direttivo e gli incaricati delle varie attività prestano la loro opera a titolo esclusivamente gratuito.
Eventuali compensi per incarichi e/o rimborsi spese dovranno essere approvati dal Presidente o dal Segretario/Tesoriere ed iscritti nel bilancio dell'Associazione.

ARTICOLO 12 - PATRIMONIO E BILANCIO

Il Patrimonio sociale dell'Associazione, unitario e indivisibile, è costituito da: - beni mobili e immobili che diverranno proprietà dell’Associazione;
- da eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio;
- da eventuali donazioni.

Le entrate dell’Associazione sono costituite:
- dalle quote associative annue;
- da sovvenzioni, erogazioni o contributi pubblici e/o privati;
- versamenti straordinari dei soci e di quanti fruiscono dell'attività associativa; - proventi da attività e sponsorizzazioni;
- donazioni, lasciti di persone o di Enti pubblici e privati.

ARTICOLO 13 - ESERCIZI SOCIALI

L'esercizio sociale va dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno.
Alla fine di ogni esercizio il Consiglio Direttivo redige un rendiconto economico e finanziario che deve essere presentato all'Assemblea per l'approvazione entro il 30 aprile successivo.

ARTICOLO 14 - MODIFICHE STATUTARIE

Il presente Statuto può essere modificato con decisione dell'Assemblea.
Le variazione allo Statuto sono approvate dalla maggioranza dei soci presenti purché questi rappresentino il 50% più uno del corpo sociale.
Per le variazioni imposte da leggi dello Stato, ed in generale dalle Istituzioni, è competente il Consiglio Direttivo.

ARTICOLO 15 - DURATA E SCIOGLIMENTO DELL'ASSOCIAZIONE

La durata dell'Associazione è illimitata.
Lo scioglimento dell'Associazione può avvenire con decisione dell'Assemblea e relativo voto favorevole di almeno il 50% più uno del corpo sociale.
In caso di scioglimento dell'Associazione, il Patrimonio dovrà essere devoluto a:
- strutture associative similari;
- opere assistenziali private o pubbliche;
- Enti Locali
Le scelte del beneficiario sono deliberate dall'Assemblea su proposta del Consiglio Direttivo e con la maggioranza qualificata prevista per lo scioglimento dell'Associazione.

ARTICOLO 16 - RIMANDI

Per quanto non previsto nel presente Statuto si applicano le disposizioni di legge in materia di associazioni non riconosciute. 

Allegati:
Scarica questo file (statuto-esempio.pdf)Lo statuto di Mozaik[Scarica lo statuto dell'associazione!]29 kB

Tessere di Mozaik