Logo Associazione Mozaik

                          

Archivio Tessere di Mozaik

Elenco delle Tessere di Mozaik archiviate

L’ultimo giro, l’ultima corsa.

L’ultimo giro, l’ultima corsa  

nuvole sulla laguna

L’ultimo giro, l’ultima corsa: si è fatta l’ora”. Un piccolo gruppo di irriducibili scopre con gli occhi della propria “guida” una fantascientifica Venezia protagonista nel perpetuarsi delle sue anomale maree… 

di Iva Scarpa

Prego, accomodatevi. Sedetevi dove volete. Lei resta in piedi? Beh, faccia come vuole, tanto durerà poco e… come dice? Si, ci sarà e la vedrete, siatene certi. Benvenuti. Siamo così pochi, un piccolo gruppo di irriducibili, gli ultimi rimasti di milioni. E’ finita. Le chiamavano frotte, invasioni, orde e adesso ci sarà  uno di quegli assassinii che non avranno mai un colpevole. O forse lo siamo tutti un po’. Chi avrebbe dovuto proteggerla e l’ha solo usata; chi doveva governarla, parlava in prima persona singolare e lei si chiedeva: ma chi sono questi piselli, pardon…  pivelli che mi credono una loro proprietà? E lei lasciava fare, stanca di una vita intensamente e potentemente vissuta e ora assai misera. Ricorderemo tutti i suoi abitanti, da quando erano duecentomila fino all’ultima decina e getteremo in acqua, alla fine, una corona di fiori. Uso un tono troppo triste? Perdonatemi, ma il ristorante del patriarca ieri, causa la ressa dell’ultima cena, mi ha lasciato fuori e non ho mangiato. Non mi sono presentata? Avete ragione. Sono la vostra guida, il vostro Virgilio per l’inferno! Ho viaggiato molto, visitato tanti paesi e ovunque, nel dire da dove venivo, si spalancavano tutte le porte e sorrideva il volto più triste. Tramite me, al pronunciare il suo nome, lei ha visto brillare al sole le lacrime di un vecchio armeno a Esfahan e illuminarsi il sorriso di un bambino in Vietnam che nulla sapeva dell’Italia, ma conosceva il suo nome.

Leggi tutto: L’ultimo giro, l’ultima corsa.

Tessere di Mozaik